MIRA l'acqua medicinale di sale di Glauber

Mira acqua medicinale
Főbb oldott alkotóelemek:
Magnézium (Mg2+): 496 mg/l
Nátrium (Na+): 4800 mg/l
Kalcium (Ca2+): 230 mg/l
Hidrogénkarb. (HCO3): 1226 mg/l
Szulfát (SO42-): 8060 mg/l
Klorid (Cl-): 2700 mg/l
Összes alkotóelem: 17565 mg/l

Carattere

La composizione dell'acqua medicinale è caratterizzata dal solfato di sodio, ma l'acqua contiene anche cloruro di sodio e solfato di magnesio.

Applicazioni

Miravíz palack Il contenuto limitato di sale inglese di quest'acqua medicinale di sale di Glauber è leggermente lassativo e depurativo dell'intestino. L'acqua medicinale risciaqua il condotto intestinale, sciogliendo il catarro infiammatorio dalla mucosa intestinale e elimina con le feci i batteri causanti l'enterite e i loro decomposti.
L'acqua medicinale ha un'azione colagoga. Grazie all'effetto contrattivo della colecisti provocato dal sale di Glauber la colecisti si svuota, cessa il ristagno del flusso biliare che favorisce la calcolosi, aumenta la secrezione biliare nel fegato che comporta il riempimento veloce della colecisti con bile fresca, in cui non sono presenti le condizioni della calcolosi, ed è minore anche il rischio di infiammazione. (Nella calcolosi ha un ruolo importante la concentrazione del liquido biliare presente nella colecisti. Ciò avviene quando la colecisti non si contrae per ore e non si elimina la bile concentrata, di conseguenza il colesterolo in esso presente raggiunge tale concentrazione quando si congloba e favorisce la calcolosi. In seguito allo svuotamento della bile arriva dal fegato del liquido biliare fresco in cui la concentrazione del colesterolo è ben lontana dalla concentrazione necessaria per il conglobamento, ma nel giro di poche ore si concentra di nuovo e può favorire la calcolosi. Si può prevenire tutto ciò con la consumazione regolare dell'acqua medicinale Mira.) L'assunzione dell'acqua medicinale come cura impedisce quindi la calcolosi e la colecistite.
Si conosce da molto l'effetto favorevole dell'acqua medicinale Mira di sale di Glauber esercitato sul metabolismo, confermato anche dalle recenti analisi svolte dal professor Halmy Lászlo e dal suo collaboratore, il dottor Kovács Ferenc: pazienti ingrassati sono stati sottoposti a una dieta a contenuto energetico di 1000-1500 kcal, completata con il dosaggio di 2 dl di acqua medicinale Mira per 3 volte al giorno. Il gruppo di controllo invece è stato sottoposto solo alla dieta. Dopo quattro settimana è stato riscontrato che i pazienti che consumavano anche l'acqua medicinale Mira di sale di Glauber perdevano il peso molto meglio rispetto a quelle del gruppo di controllo, inoltre si è visto un miglioramento notevole anche nel loro livello di colesterolo nel siero (è diminuita nel sangue la concentrazione del colesterolo LDL e dei trigliceridi comportante il rischio elevato dell'arteriosclerosi), migliorata la capacità di utilizzo dei carboidrati dell'organismo (è diminuito il livello della glicemia). In base a quanto detto sopra si può affermare che l'acqua Mira si può impiegare in maniera efficace come supplemento alla dieta dimagrante, la cui conseguenza comporta non solo il dimagrimento, ma si può ottenere anche la diminuzione della diabete e del livello alto dei grassi nel sangue che si presentano come effetti collaterali dell'ingrassamento.

Dosaggio

Per il trattamento delle malattie delle vie biliari e della colecisti si consiglia di consumare al giorno 2-3 dl dell'acqua medicinale Mira, in caso di patologie croniche come cura per 4-6 settimane. Per l'enterite si raccomanda la consumazione di 1-2 dl due volte al giorno. L'acqua medicinale va bevuta a digiuno.
Come supplemento alla dieta dimagrante se ne consiglia la consumazione di 2 dl dopo i pasti principali 3 volte al giorno.
In caso di diabete o alto livello di colesterolo, nonché in quello di epatite (sia virale che tossica) si consiglia una cura di 2-3 dl al giorno.

Non utilizzato

Nei casi di gastrite ed enterita acute, ipocloridria, ulcara ed ulcera intestinale, debolezza cardiaca e dopo dierrea e vomito o di altri tipi di perdita di liquidi.

Sintesi storica

L'acqua medicinale Mira fu scoperta nei primi degli anni 1920 durante delle ricerche nei pressi di Jászkarajenő, dove poco tempo dopo ebbe inizio la produzione dell'acqua medicinale. Le acque medicinali che si trovano in una zona relativamente limitata sgorgano in una profondità di 2-4 metri sotto la superficie, trasformando il pirite dell'argilla in acido solforico che diluisce il feldpato e la dolomia. All'inizio dell'imbottigliamento l'acqua medicinale di qualità inferiore estratta dai pozzi di 3 metri di profondità venne omologata come acqua magnesiaca (Mira, Mira Baby), mentre quella estratta dai pozzi di 4 metri di profondità venne omologata come acqua medicinale di sale di Glauber (acqua Mira di sale di Glauber) e commercializzata così. In seguito però è stato scoperto che la caratteristica di tutte e tre le acque medicinali era il solfato di sodio (quindi di sale di Glauber), e si poteva riscontrare una differenza soltanto nel totale delle sostanze disciolte.
La costruzione del primo pozzo è databile al 1920 in base all'analisi chimica di Hankó Vilmos, e nel 1922 è stato costruito lo stabilimento di imbottigliamento, la cui proprietaria era la signora vedova Vígh P. Pál. L'acqua medicinale veniva protetta dall'acqua piovana e dalla contaminazione dall'argine alto ca. 25 cm creato intorno ai pozzi. Non molto dopo è stata innalzata sopra anche una costruzione elegante. Lo stabilimento era attrezzato benisssimo, disponeva di due motori a gas di estrazione, di due dinamo e di una batteria elettrica propria, collegato con il comune di Vezseny tramite una ferrovia industriale a scartamento ridotto di una lunghezza di 4,8 km. Lo stabilimento nel 1926 è stato preso in affitto dalla "Mira Gyógy- és Keserűvízforrás Rt" (Mira Sorgente di Acqua Medicinale e Magnesiaca S.p.A.).
L'analisi chimica di Hankó Vilmos eseguita tra il 1920 e il 1922 ha riscontrato 47-49 g/l del totale delle sostanze disciolte, mentre del contenuto di sale di Glauber del 70-80% ha riscontrato che "anche a livello mondiale fin'ora è unico nel suo genere". Prima della seconda guerra mondiale l'acqua Mira veniva esportata in Inghilterra, in Francia e anche in Sud-America, da allora invece soltanto campionature arrivano all'estero nella speranza di un'eventuale esportazione.

Gyógyvíz: